Serve davvero il check-up annuale?

Da qualche anno si fa un gran parlare dellimportanza di sottoporsi regolarmente – dopo i 40 anni, anche ogni anno – ad un check-up medico completo. Si tratta di test decisamente non economici, e che richiedono di sottrarre tempo al lavoro e agli impegni quotidiani, ed è quindi legittimo e normale domandarsi se siano alla fine davvero necessari, o quantomeno effettivamente utili.

La risposta non è banale, perchè di fatto la realtà è che non esistono vere soluzioni standard. Una lista di esami precompilata e identica per tutti non sarà sicuramente né composta di soli test necessari, né di test utili: ci saranno sicuramente sprechi, e potrebbe mancare al contrario qualche esame importante. Non è tutto: il loro costo sarà probabilmente sproporzionato rispetto allutilità, e inoltre – come qualsiasi serie di esami medici – sottoporranno il paziente a stress e preoccupazioni che potrebbero esser loro risparmiate. Sotto questo profilo, è molto meglio avere un buon rapporto con il proprio medico, e sottoporsi a visite e chiacchierate regolari, che permettano di identificare per tempo i problemi reali ed eventualmente intervenire con tempestività, anche prescrivendo gli esami necessari. Ecco qualche consiglio, quindi, in merito ai check-up annuali:

1. si dovrà sempre partire da una reale analisi dei bisogni – e in campo salutistico, questa comprenderà un ragionamento sulletà, lo stato di salute, e il sesso del paziente, oltre ai suoi fattori di rischio personali, legati alla storia clinica della famiglia e alle scelte di vita, come lattività sportiva o il fumo. Basandosi su questi dati, sarà facile, con serenità, stabilire insieme al proprio medico quali esami sia necessario effettuare: in generale sarà comunque prezioso aggiornare la propria storia clinica, lanamnesi familiare, e prevedere quantomeno i canonici esami del sangue.

2. Non si tratta di fare quanti più esami possibile, ma di fare quelli giusti e utili. Proprio per questo, stilare la lista degli esami standard, oltre che poco utile, è veramente complesso. Tuttavia, in genere, si possono identificare alcuni test che è pressochè sempre il caso di prevedere: delle analisi del sangue complete, ad esempio, con controllo di stati dinfezione e potenziali anemia, livelli di glucosio, e profilo dei grassi nelle arterie, accompagnate da un test delle urine per verificare eventuali infezioni o stati diabetici, e un calcolo dellIndice di Massa Corporea. Oltre a questo, in condizioni particolari, ci saranno test sicuramente consigliabili, come gli esami alla prostata per gli uomini oltre i 50 anni, le verifiche dellattività tiroidea, ed eventualmente degli elettrocardiogrammi o delle mammografie.

3. Per finire, dato che si tratta di esami importanti, bisognerà scegliere un laboratorio di analisi. Sebbene sicuramente il fattore economico non si possa trascurare a priori, non scordiamoci che si tratta di salute: converrà quindi fare un po di ricerca, anche con laiuto e il suggerimento del nostro medico, per trovare un laboratorio affidabile e ben attrezzato. Del resto, sapere come stiamo ci aiuterà a stare ancora meglio!